COME LAVO LA MIA TENDA DA SOLE?

COME LAVO LA MIA TENDA DA SOLE?

Quella che comunemente viene chiamata “tenda da sole” è in realtà una struttura che non patisce assolutamente la pioggia: la sua parte metallica è in alluminio verniciato a fuoco (come la carrozzeria della auto) e quindi non arruginisce né si ammalora se esposto alla pioggia battente.

Il telo è  realizzato con tessuti adatti all’esterno: le case produttrici che generalmente vengono selezionate propongono tessuti in fibra acrilica 100%, idrorepellente e con un trattamento “antimuffa” superficiale che aiuta a impedire la formazione del classico “verde” sul telo per i primi 5\6 anni ( tempo che può variare a seconda dell’esposizione della tenda e del suo utilizzo)

Per mantenere pulito più a lungo il telo della vs tenda a bracci le regole d’oro sono: 

Lasciare la tenda aperta in caso di pioggia leggera e senza vento; ritirare la tenda solo una volta che il telo è ben asciutto.

Sbattere il telo con una scopa o altro strumento per rimuovere la polvere o i residui che possono fermarsi sul telo: questa operazione va eseguita con costanza e “delicatezza” per evitare di danneggiare il telo.

Dopo circa 5\6 anni dall’acquisto della tenda, contattare la ditta fornitrice per eseguire la manutenzione ed, eventualmente, il prolungamento della garanzia: il telo viene smontato, portato in sede, lavato e ricucito.

Quando viene poi rimontato il telo viene installato “al rovescio”, ovvero con la parte che è rimasta arrotolata sul rullo avvolgitore (e quindi praticamente nuova!) viene posiziona al fondo mentre la parte più ammalorata , (quella al fondo del telo,più esposta al dilavamento delle acque piovane e al deposito dello sporco) rimarrà nascosta nell’avvolgimento superiore.

Seguendo queste tre brevi ma importantissime regole avrete una tenda più pulita e che durerà più a lungo!

Forse cercavi Tende a rullo - Tende a caduta - Tende a veranda

Baldeschi di Mantellero Polet Clara e C. snc 

C.so Moncalieri 308 - 10133 TORINO

Tel. 0116610985 Fax 0116610697

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Usiamo cookie anche di terze parti chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.