Chiude la Biennale di Architettura. I numeri della 16esima edizione

Domenica 25 novembre si è conclusa la 16esima Biennale di Architettura di Venezia dal titolo FREESPACE curata da Yvonne Farrell Shelley McNamara.
L’esposizione, inaugurata il 25 maggio scorso ha richiamato una straordinaria attenzione e una sempre crescente affluenza: oltre 275mila visitatori, a cui si aggiungono 14.434 presenze durante la pre-apertura.

I dati, confrontati con i 260mila visitatori del 2016, registrano un incremento del 6%. Grande la presenza dei giovani: i visitatori sotto i 26 anni rappresentano il 50% dei visitatori totali. Inoltre i gruppi che hanno visitato la Biennale sono stati il 27% del pubblico complessivo.

Così il Presidente Paolo Baratta ha commentato i risultati: “Con una Biennale dedicata allo spazio, e in particolare allo spazio libero e gratuito, grazie a Yvonne e Shelley abbiamo celebrato l’architettura nella sua funzione più delicata, più nobile e più socialmente utile, quella di creare beni pubblici. Sia esso frutto della generosità del committente o del progettista, sia esso frutto di azioni istituzionali o collettive, il libero spazio qualifica il nostro abitare in una visione più completa della nostra civiltà e della nostra cultura. Disporre di spazio libero è un diritto, creare spazio libero è un atto dovuto. Grazie ancora alle Curatrici e grazie ancora una volta a tutta la Biennale.”

I numeri della mostra:

71 Architetti invitati alla Mostra

2  Sezioni Speciali:
   Close Encounter, meetings with remarkable projects (16 partecipanti)
   The Practice of Teaching (13 partecipanti)

Partecipazioni Nazionali
29 Partecipazioni Nazionali nei padiglioni storici ai Giardini
24 Partecipazioni Nazionali all’Arsenale (con Italia)
10 Partecipazioni Nazionali nel centro storico di Venezia

6 Partecipazioni Nazionali presenti per la prima volta: Antigua & Barbuda, Arabia Saudita, Guatemala, Libano, Pakistan e Santa Sede (con un proprio padiglione sull’Isola di San Giorgio Maggiore). La Lituania ha partecipato per la prima volta con un suo padiglione; aveva già partecipato nel 2016 insieme al padiglione degli Stati Baltici.

2 Progetti Speciali:
   Padiglione delle Arti Applicate, in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra;
   Progetto Speciale Forte Marghera a Mestre.

12 Eventi collaterali

Tra i fenomeni interessanti, il favore col quale è stata accolta dal mondo del cinema e dello spettacolo la possibilità di visitare la Mostra di Architettura da parte di personalità quali Natalie Portman, Sylvia Chang, Trine Dyrholm, Nicole Garcia, Malgorzata Szumowska, Christoph Waltz, Athina Tsangari, Alison Mclean, Fatemeh Motamed Arya, Michael Almereyda, Andrea Pallaoro, Mohamed Hefzy, Hayashi Kanako, Kaouther Ben Hania, Gaston Solnicki, Susanne Bier.

Usiamo cookie anche di terze parti chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.